Giovani e lavoro ai tempi del COVID-19: “congelati” dal lockdown, col futuro in attesa.
Ripartiamo dai giovani talenti digitali per accelerare la ripresa.

La crisi economica del COVID-19 ha messo in difficoltà soprattutto i giovani che sembrano essere i più penalizzati da questa situazione: non stanno avendo opportunità di accesso al mondo del lavoro e nessuna tutela in caso di interruzioni di tirocini.

Le aziende sono entrate in una “nuova normalità” che potrebbe durare ancora a lungo. Per vincere questa sfida serve spingere sull’innovazione e digitalizzare i business. Nel mese di Marzo l’e-commerce è cresciuto del +140% ed è stata l’unica leva per sopravvivere in alcuni settori (fonte: Nielsen, 2020). I settori in crescita sono tutti quelli digitali anche nelle PMI e richiederanno una forza lavoro con maggiori skill digitali

Può essere anche una grande occasione per le le aziende per portare a bordo i candidati più interessanti. Cambiamenti di stile di vita, revisione delle priorità, molti candidati disponibili, e meno concorrenza da parte di altri datori di lavoro. Come fa notare l’Harvard Business Review, “Il panorama di talenti disponibili sta rapidamente cambiando e si sta ampliando, e i leader visionari possono trarne vantaggio, preparando il terreno per la ripresa e la crescita post-crisi”. 

Le realtà più audaci e attrezzate potrebbero far partire gli stage in modalità smart working, ma anche chi non avesse questa possibilità potrebbe selezionare i candidati da remoto e accordarsi per un inserimento dopo l’estate. In questo modo si darebbe anche un contributo concreto alla cosiddetta Generazione Z, che, in buona parte, al momento dello scoppio della pandemia non era ancora entrata nel mondo del lavoro in modo stabile e non ha potuto quindi accedere alle misure di sostegno, come la cassa integrazione. 

Proprio la Generazione Z è al centro della mission di DigitAlly, che in questi giorni festeggia il suo primo compleanno. Dopo esserci reinventati per diventare 100% “smart” nel giro di un weekend, in DigitAlly ci prepariamo per concludere la formazione del secondo gruppo di giovani. A fine maggio ragazze e ragazzi provenienti da percorsi e background differenti termineranno la fase di formazione in aula e si affacceranno al mondo del lavoro per continuare il proprio apprendimento in azienda. 

Lo faranno col loro bagaglio di competenze digital e soft: ciò che distingue e valorizza la formazione in DigitAlly è l’integrazione di questi due ingredienti. Il lavoro concreto sulle competenze personali, relazionali e comunicative aiuta i ragazzi a essere pronti per lavorare nei nuovi contesti organizzativi: per questo motivo al nome soft skills preferiamo “super skills”.

I talenti digitali ci sono: ci teniamo a farveli conoscere proprio ora che si stanno “specializzando”. Dalla seconda metà di aprile infatti i DigitAllers hanno intrapreso due curricola separati: digital marketing e analisi dati. Vi presentiamo le competenze che stanno acquisendo per far ripartire, tutti assieme, i giovani e le loro possibilità. #TalentRestart 

DIGITAL MARKETING
Le tematiche affrontate sono: comprensione del mercato digitale; realizzazione di campagne di comunicazione commerciali e prodotti digitali; funnel e acquisizione clienti tramite diversi canali; analisi delle audience e KPI di monitoraggio e-commerce; conversione e retention dei clienti.
I tool maggiormente approfonditi sono: Google Ads, Google Analytics e Facebook ADV.

DATA ANALYSIS
Le tematiche principali di questo percorso sono: analisi ed interpretazione di dati al fine di evidenziare informazioni che supportino le decisioni aziendali; valutazione dei fenomeni e loro monitoraggio; presentazione di analisi tramite la realizzazione di dashboard; focus sull’importanza dello storytelling nell’esposizione dei report.
Gli strumenti appresi: Datastudio, Excel avanzato, Google Analytics e Power Bi.

Le aree in cui sono maggiormente spendibili le competenze dei DigitAllers sono la comunicazione attraverso i social media (commerciale, corporate ed interna), la realizzazione di campagne marketing digitali, l’editing di siti, la gestione del cliente, l’implementazione e il supporto ai processi di e-commerce.

Coloro che hanno svolto la specializzazione in Analisi Dati, inoltre, possono agevolmente lavorare all’interno di database mettendo in campo capacità operative come la manutenzione o l’estrazione di dati con finalità reportistiche. Questa è una competenza trasversale che rende il corso di Analisi Dati aperto a sbocchi più ampi di quelli del mondo del Marketing/Digital Marketing.

 

 

Ricominciamo dai giovani talenti per digitalizzare e far ripartire il Paese: scopri i profili dei nostri studenti!

DIGITAL MARKETING
Maria Pia Caggianelli
Ilaria Chiodini
Chiara Deimann
Davide Manini
Federica Patuto
Simone Peroni
Harshana Rattambige
Roberta Sivo
Lorenzo Suffritti
Vanessa Tedesco
Manuele Valocchia

DATA ANALYSIS
Marco Avola
Ettore Bianchi
Gabriele Cannici
Giacomo Dante Carbonara
Debora Fronterrè
Lorenzo Garbellotto
Elisa Gentile
Glendy Ximena Letrado Robles
Giuseppe Moscato
Roberto Stravino